Territorio, Ambiente e Beni Culturali

Territorio

  • Produzione e aggiornamento di cartografia tematica, realizzazione di Sistemi Informativi per la gestione e l’elaborazione dei dati territoriali, calibrazione e validazione di classificazioni della copertura del suolo, attraverso rilievi diretti sul terreno ed interpretazione a video ed elaborazione di dati da telerilevamento;
  • analisi multitemporale, per telerilevamento, dell’evoluzione dell’uso del suolo e dello sviluppo urbano, di siti industriali e discariche, di aree vulnerabili;
  • studi tematici di base per lo sviluppo di piani di bacino, per piani integrati di sviluppo territoriale e per piani di parco;
  • rilevamento e cartografia della franosità, erosione, stabilità dei versanti e variazioni costiere; analisi multitemporale per telerilevamento dei processi evolutivi correlati ai suddetti fenomeni;
  • studi di “Land System” e “Land Classification”, con telerilevamento e lavoro di terreno, per pianificazione dell’uso del suolo. Fotointerpretazione ed analisi a terra per rilievi pedologici;
  • progettazione e creazione di banche dati geografiche in ambiente GIS;
  • aggiornamento e rielaborazione di basi cartografiche.

Ambiente

  • Studi di valutazione dell’impatto ambientale;
  • studi di caratterizzazione ambientale per progetti di bonifica di siti contaminati;
  • ricerca e valutazione di aree per discariche controllate di rifiuti urbani e industriali, solidi e liquidi;
  • studi di supporto alla pianificazione dell’attività estrattiva.

Beni Culturali

  • Individuazione di siti archeologici sepolti o sommersi, attraverso l’interpretazione di fotografie aeree e altri dati telerilevati. Analisi geomorfologica per la ricostruzione di paleoambienti in relazione ad antichi insediamenti;
  • rilievi geologici, idrogeologici e strutturali per il recupero, la protezione e la conservazione di complessi archeologici. Studio di materiali da costruzione e malte antiche e individuazione della provenienza, per la pianificazione di opere di restauro;
  • prospezioni geofisiche per l’individuazione di strutture sepolte e cavità ipogee, e per il controllo non distruttivo di anomalie rilevate tramite telerilevamento.